NEWS   |   Industria / 18/03/2008

Musica digitale, anche Feargal Sharkey lancia un appello ai service provider

Musica digitale, anche Feargal Sharkey lancia un appello ai service provider
Come Paul McGuinness all’ultimo Midem di Cannes (vedi News), anche il cantautore Feargal Sharkey, lui pure irlandese e oggi amministratore delegato dell’associazione British Music Rights,, ha invitato gli Internet service provider a collaborare con l’industria discografica per fermare la pirateria on-line e sviluppare il mercato. Lo ha fatto a casa loro, durante i premi annuali che l’associazione degli ISP inglesi ha tenuto lo scorso fine settimana al Marriott Hotel di Londra, e con toni decisamente più concilianti di quelli usati dal manager degli U2. ”Insieme”, ha detto l’ex vocalist degli Undertones, “abbiamo davvero il potere di sbloccare il potenziale della musica digitale”. “Personalmente, e la maggior parte dell’industria musicale la pensa come me”, ha aggiunto il musicista (noto anche per la sua militanza giovanile negli Undertones di “Teenage kicks”), “non vedo niente di utile in una politica incentrata sul taglio delle connessioni agli abbonati alla banda larga da Internet. Se lo facessimo, come potrebbero mai comprare qualcosa? E come ex arbitro dell’industria radiofonica vi dico un’altra cosa: che la scelta più sgradevole di tutte sarebbe di ricorrere alle imposizioni di legge”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi