Heineken Jammin’ Festival: arrivano Andrea G. Pinketts e Fernanda Pivano, che dice: 'E' come essere a Woodstock'

Erano venuti per presentare un libro, Andrea G. Pinketts e Fernanda Pivano, ma sono rimasti imbottigliati negli oltre 28 chilometri di fila fatti registrare sulla Autostrada del Sole a partire dal primo pomeriggio. Per loro, quindi, soltanto la posssibilità di fare qualche chiacchiera con la stampa, che li ha accolti mentre era in corso l’esibizione di Anouk. "Qualcuno mi ha definito il Vasco Rossi della letteratura", esordisce serafico Pinketts, fresco reduce dalle fatiche che hanno portato alla pubblicazione del suo nuovo romanzo "Il conto dell’ultima cena", mentre la Pivano lo sbeffeggia amabilmente per la sua irriverenza. "Sono molto contenta di quello che sta succedendo qui oggi", dice l’eroina nostrana della beat generation, "è come una nuova Woodstock. Arrivando ho visto un esercito di ragazzi marciare compatto con i propri zainetti e jeans incontro a una giornata di festa, e mi ha ricordato un altro esercito, molto più triste, fatto di giovani che andavano a morire in guerra con addosso l’uniforme militare. Ce ne vorrebbero mille di concerti come questo". E’ giusto che i giovani si radunino in un autodromo per ascoltare musica? "E dove dovrebbero andare, alla Scala?", risponde la Pivano. "Questi sono i posti dove c’è la musica che parla al loro cuore, che accende in loro sogni e speranze, e sono sicuro che quelli che sono stati qui oggi cresceranno meglio di quanti frequentano soltanto posti ‘istituzionali’, come le sale da concerto". "La vera musica è qui", ribadisce Pinketts, "insieme a quelli come Vasco, che scrivono dei veri racconti nelle proprie canzoni, a quelli che la sera escono e vanno a bersi una birra. Questi sono i luoghi della musica di oggi, fatti per gente che non ha paura di confrontarsi e di stare insieme".

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.