Disastro Records, la storica Cramps apre al pop e all'indie rock

Disastro Records, la storica Cramps apre al pop e all'indie rock
Si aggiunge un nuovo marchio alla famiglia Cramps, la storica etichetta creata nei primi anni Settanta dal compianto Gianni Sassi che ha nel suo catalogo storico dischi di Area, Demetrio Stratos, John Cage ma anche di Eugenio Finardi, Claudio Rocchi e Alberto Camerini. La nuova etichetta (che si aggiunge alle preesistenti Cramps, Artis e InMusica Records) si chiama Disastro Records e sarà dedicata alla pubblicazione di novità discografiche in ambito indie rock, folk ed electro pop: a quest’ultimo genere, con una predilezione per la Francia di Serge Gainsbourg, Jane Birkin ed Air, si ispira Il Genio, duo composto da Gianluca De Rubertis (ex Studio Davoli, tastiere/voce/chitarra) e Alessandra Contini (voce e basso) che debutta con un album il prossimo 21 marzo (distribuzione Self; anteprima su http://www.myspace.com:80/disastrorecords). Un primo singolo, “Pop porno”, è già in rotazione radiofonica. in uscita il 21 marzo per la distribuzione di Self,
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.