La BBC spalanca gli archivi: 'Case discografiche, servitevi'

Dagli immensi archivi musicali della BBC, come gli appassionati ben sanno, è uscito negli anni parecchio materiale di notevole rilievo storico e artistico (basti pensare alle John Peel Sessions e alle registrazioni di gruppi come Who, Led Zeppelin e Cream riversate su vinile o su cd). Ma ora le porte alla preziosa nastroteca dell’emittente di stato potrebbero spalancarsi, e quelle che finora sono state pubblicazioni sporadiche tramutarsi in un flusso costante di uscite : dopo la Universal, che ha immesso recentemente sul mercato “BBC sessions” di artisti come PJ Harvey e La’s, anche le altre major e numerose etichette indipendenti stanno chiudendo accordi con il “broadcaster” britannico per poter attingere liberamente alle incisioni radiofoniche e televisive dei loro artisti. Le case discografiche vi avrebbero accesso per pubblicarle sotto forma di cd o di “bonus” da includere su ristampe di vecchio repertorio (cosa che peraltro già fanno con una certa frequenza); mentre la BBC si riserverebbe la facoltà di distribuire quei contenuti on-line e in televisione. Gli accordi dovrebbero diventare operativi entro i prossimi quattro mesi: “Finora”, ha spiegato il responsabile audio e musica di BBC Worldwide Paul Dempsey, “nessuno ha potuto far nulla perché eravamo tutti intrappolati in un triangolo di diritti individuali”. Ma ora, ha dato a intendere, le cose cambieranno: “Sappiamo che il supporto fisico è il punto di forza di un’etichetta discografica, mentre il nostro sono i diritti televisivi”.
    Dagli immensi archivi musicali della BBC, come gli appassionati ben sanno, è uscito negli anni parecchio materiale di notevole rilievo storico e artistico (basti pensare alle John Peel Sessions e alle registrazioni di gruppi come Who, Led Zeppelin e Cream riversate su vinile o su cd). Ma ora le porte alla preziosa nastroteca dell’emittente di stato potrebbero spalancarsi, e quelle che finora sono state pubblicazioni sporadiche tramutarsi in un flusso costante di uscite : dopo la Universal, che ha immesso recentemente sul mercato “BBC sessions” di artisti come PJ Harvey e La’s, anche le altre major e numerose etichette indipendenti stanno chiudendo accordi con il “broadcaster” britannico per poter attingere liberamente alle incisioni radiofoniche e televisive dei loro artisti. Le case discografiche vi avrebbero accesso per pubblicarle sotto forma di cd o di “bonus” da includere su ristampe di vecchio repertorio (cosa che peraltro già fanno con una certa frequenza); mentre la BBC si riserverebbe la facoltà di distribuire quei contenuti on-line e in televisione. Gli accordi dovrebbero diventare operativi entro i prossimi quattro mesi: “Finora”, ha spiegato il responsabile audio e musica di BBC Worldwide Paul Dempsey, “nessuno ha potuto far nulla perché eravamo tutti intrappolati in un triangolo di diritti individuali”. Ma ora, ha dato a intendere, le cose cambieranno: “Sappiamo che il supporto fisico è il punto di forza di un’etichetta discografica, mentre il nostro sono i diritti televisivi”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.