Sanremo 2008, l’allegria di Lorenzo Jovanotti (2)

Sanremo 2008, l’allegria di Lorenzo Jovanotti (2)
E cosa pensi dell’Indipendent Music Day di Baccini e Povia? “Mi è sembrato strano, non mi ha convinto che organizzassero questa cosa dopo essere stati esclusi, così la loro iniziativa non ha più forza politica. E non credo che ci sia tutta questa contrapposizione fra majors e indipendenti, credo che queste barriere non ci siano più, o almeno che non siano più così rigide come un tempo”. Arriva Ben Harper, e Jovanotti lo saluta con entusiasmo. A una domanda relativa alla proposta FIMI sul Festival di Sanremo diffusa oggi, Lorenzo risponde: “Che vuol dire ‘giovani talenti’? Se vuol dire solo artisti al debutto è riduttivo. Quand’ero piccino io non c’era divisione fra Big e Giovani... Probabilmente bisognerebbe lavorare un anno per selezionare le canzoni, non riesco a capire come lo possano fare poche persone in pochi giorni. Sono due anni che Pippo Baudo mi scarta un artista delle mia etichetta, la Soleluna, eppure non me la sono presa, ci sarà l’occasione, se uno è forte prima o poi capita. E comunque non rinuncerei alla gara, se dovessi essere io a organizzare il Festival”.
“A Ben Harper ruberei lo spirito libero con cui scrive le sue canzoni, l’assoluta libertà formale che scavalca i generi, e dovrebbe essere così per tutti gli artisti, e invece Ben è un’eccezione”, risponde Jovanotti a una domanda, e Ben Harper esprime la sua contentezza per essere qui: “Mi sento immerso nella tradizione”, dice Ben, e Lorenzo sottolinea la risposta: “Anche Bono quando venne mi disse la stessa cosa, e in questo i popoli che hanno meno tradizione di noi hanno più capacità di avvertire tanta storia. Anche per questo Sanremo va difeso, perché è la nostra occasione per celebrare e festeggiare la nostra musica”.
“Nella mia vita ritraggo sempre la stessa donna, la mia” risponde Lorenzo a proposito di chi gli ha ispirato “A te”. “Ho cercato di mettere insieme la miglior dichiarazione d’amore che mi fosse possibile fare, anche sorvolando la realtà... infatti l’ho scritta quand’ero lontano da Francesca, e forse in quello stato di lontananza ho trovato l’ispirazione giusta”.
“Credo nella potenza di una canzone di musica leggera” aggiunge Jovanotti “perché la canzone ha il potere di segnare profondamente un momento della vita. Qualche mese fa ero a Rio de Janeiro in taxi, la radio ha trasmesso ‘Sarà perché ti amo’ e mi sono commosso, eppure è una canzone semplicissima, un giro di do”.
Ben Harper: “Ho accettato la proposta di Lorenzo perché è una bella persona, e perché quando ho ricevuto la sua telefonata ero a casa tranquillo, così non ho esitato e gli ho risposto volentieri di sì, mi è sembrata la cosa giusta da fare. E poi viaggiare mi emoziona sempre, mi dà gioia, quindi l’idea di questo viaggio mi è piaciuta davvero; ero un po’ fermo a casa da qualche settimana, avevo voglia di rimettermi in movimento...”
Torna Lorenzo. Sul Dopofestival: “Elio mi fa sempre ridere, basta che lo guardi e mi fa ridere... poi gli Elii sono simpatici e sono bella gente. Dico cose troppo gentili? Vi serve che dica qualcosa di polemico? Sul caso Berté non ho niente da dirvi... la fanno cantare? Eh, ragazzi, lì le regole... le regole son regole, anche quando gioco con mia figlia le regole le rispettiamo... e il gioco è bello perché ci sono le regole. Oppure si decide di giocare senza regole, ed è bello lo stesso. Però ragazzi, Pippo si deve portare a casa un Festival, e la Berté gli serve mettercela dentro... bisogna aiutare Baudo ad alzare lo share, se serve mi metto anche in costume da Superman...”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.