Universal in tribunale: i suoi vecchi artisti esigono royalty non pagate

Un pezzo di storia della musica americana è in guerra con Universal: icone viventi come Patti Page (la diva del country pop anni ’50, che oggi ha 81 anni) ed eredi di colossi del jazz, del blues e del pop come Count Basie, Sarah Vaughan, Woody Herman, Benny Goodman, Sister Rosetta Tharpe, Frankie Laine e Mills Brothers hanno fatto causa alla major discografica rivendicando royalty non pagate per un ammontare complessivo superiore ai 6 milioni di dollari. L’accusa inoltrata alla Corte Suprema del tribunale di Manhattan è pesante: Universal avrebbe sistematicamente e diffusamente violato i contratti firmati a suo tempo con gli artisti, facendo ricorso a partire almeno dal 1998 ad artifici e trucchi contabili per alterare i rendiconti e stornare fondi a proprio vantaggio (compresi quelli derivanti dalle vendite realizzate tramite i club per corrispondenza e piattaforme digitali come iTunes).
Oltre alle royalty pregresse, i ricorrenti chiedono la condanna della major al risarcimento dei danni e al pagamento delle spese processuali. Universal, ovviamente, non ci sta: tramite un suo portavoce ha fatto sapere di ritenere infondate le accuse e si è detta sicura di poter fare valere le sue ragioni in tribunale.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.