Yahoo!, Murdoch lancia un'alternativa a Microsoft: alleanza con MySpace

Potrebbe essere il magnate australiano, proprietario di News Corp. e titolare di uno dei più grandi imperi mediatici al mondo, a offrire a Yahoo! una scappatoia all’assedio di Microsoft, intenzionata a non mollare la presa nonostante la sua offerta di acquisto (44,6 miliardi di dollari, pari a 31 dollari per azione) sia stata considerata inadeguata dal cda della società californiana (che punterebbe ad incassare almeno 40 dollari per azione, circa 56 miliardi di dollari complessivi).

Secondo quanto scrivono il blog TechCrunch e il quotidiano economico Wall Street Journal (un suo giornale…) Murdoch avrebbe rilanciato una sua vecchia proposta, accoppiare il portale di Jerry Yang e David Filo al social network MySpace, frequentatissimo dal pubblico della rete nonché da artisti e appassionati di musica. Il piano di News Corp. (non smentito dallo stesso Murdoch, che la settimana scorsa ha commentato: “E’ acqua passata, ma non si può mai dire”) consisterebbe nell’acquistare una quota significativa in Yahoo!, in cordata con un altro gruppo finanziario. Eventuali ostacoli, in questo caso, potrebbero sorgere in merito alla valutazione di MySpace, che l’uomo d’affari australiano ha comprato nel 2005 per 580 milioni di dollari ma che nel frattempo ha portato i suoi visitatori a oltre 100 milioni di persone, equivalenti a un bacino potenzialmente enorme di utenti pubblicitari. Facebook, il secondo sito di social networking al mondo (di cui proprio Microsoft detiene una quota, vedi News), è valutato attualmente intorno ai 15 miliardi di dollari, e di conseguenza MySpace dovrebbe valere di più: anche se non sembra ancora capace di trasformarsi nel formidabile veicolo pubblicitario che i suoi inserzionisti si sarebbero aspettati.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.