Grammy: il trionfo di Amy, tutti in piedi per Tina

Grammy: il trionfo di Amy, tutti in piedi per Tina
Amy Winehouse, come anticipato questa mattina da Rockol, ha dominato la cinquantesima edizione dei Grammy Awards. Andata in scena via satellite quando a Londra erano le quattro di notte, la diva soul-jazz, che sta completando una dura terapia antidroga in una clinica londinese, ha affrontato "You know I'm no good" e alla fine le è stato riferito che aveva vinto il premio "Disco dell'anno". Amy è stata festeggiata dal gruppo e poi anche dai suoi genitori. La cantante, che ha eseguito anche "Rehab" e ha dedicato la sua performance al marito Blake e alla zona di Londra colpita dall'incendio dell'altro giorno, ha vinto ben cinque Grammy: con "Disco dell'anno" la tribolata chanteuse si è portata a casa anche i riconoscimenti per "Best new artist", "Song of the year", "Pop vocal album" e "Female pop vocal performance". Nella sesta categoria in cui aveva ricevuto una nomination, "Album dell'anno", il premio è invece andato ad Herbie Hancock per "River: the Joni letters".
L'esibizione di Amy e il duetto Tina Turner-Beyoncé sono stati probabilmente gli spunti più interessanti della serata di Los Angeles. La Turner, il cui ultimo tour risale al dicembre 2000, è parsa in forma quasi più strepitosa di Beyoncé: tra le due, 42 anni di differenza. L'inedito duo ha grintosamente affrontato, come alcuni erano riusciti a prevedere, "Proud Mary". Alla fine tutti in piedi per rendere omaggio alle cantanti. Kanye West, che in tante altre premiazioni era rimasto uccellato, stavolta non può lamentarsi perché ha lasciato il teatro con quattro premi; tra essi, l'importante "Best rap album" per "Graduation". Tre premi sono andati a Bruce Springsteen, tra i quali "Best rock song" per "Radio Nowhere", due a Carrie Underwood, riconoscimenti anche a White Stripes, Justin Timberlake e Mary J.Blige.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.