Inghilterra, MSN Video diventa un 'portale sociale'

Un po’ YouTube, un po’ MySpace: integrandolo con i servizi di Windows Live, Microsoft vuole trasformare il suo MSN Video in un “portale sociale” che risulti più appetibile agli inserzionisti pubblicitari affamati di spazi sulla Rete. A questo scopo ha già definito nuovi accordi, in Gran Bretagna, con fornitori di contenuti importanti come MTV e Sony BMG. L’emittente televisiva garantirà a MSN UK il diritto di trasmettere show popolari come “Pimp my ride” e “Punk’d”; la casa discografica le fornirà una selezione di videoclip e di “dietro le quinte” esclusivi riguardanti gli artisti del suo catalogo.
“Nell’ultimo anno il video on-line è esploso”, ha spiegato il business manager di MSN UK Rob Crossen annunciando l’iniziativa nel corso dell’evento Microsoft Visions for Video. “Con l’ingresso in campo di media company tradizionali e di nuovi attori, in questo settore la competizione sta crescendo”.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.