Midemnet, Lévy (Vivendi Universal) parla di DRM, cd ed EMI

Midemnet, Lévy (Vivendi Universal) parla di DRM, cd ed EMI
Universal non è ancora convinta di dover dare l’addio al DRM, il codice incorporato nei file audio scaricati da Internet con l’intento di registrarne i movimenti e porre un freno alla pirateria telematica. Lo ha confessato alla platea del Midemnet, sabato scorso (26 gennaio) a Cannes, il presidente di Vivendi Jean-Bernard Lévy: “Restiamo legati saldamente al DRM per quanto riguarda i modelli di subscription e quelli di musica gratuita pagata dalla pubblicità”, ha detto il manager francese, “e stiamo cercando di capire se per il consumatore fa una gran differenza non avere il DRM o essere costretto a un numero limitato di copie. Quest’ultimo aspetto è meno importante della possibilità di ascoltare la musica su qualunque tipo di lettore digitale”.
Nel corso del suo intervento Lévy ha predetto un grande futuro alla musica sui telefoni cellulari, ma ha aggiunto di essere convinto che i cd resteranno sul mercato ancora per molti anni: “Molti avevano pronosticato che il digitale avrebbe fatto scomparire gli album, e così non è stato”. Le sue ultime battute sono state sulla concorrente EMI: “Guardiamo con attenzione quel che succede. Forse avremo l’opportunità di ingaggiare qualche bravo manager, e forse qualche gruppo musicale vorrà unirsi a noi…”. Magari i Rolling Stones?
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.