Conferenza stampa a New York per Prince, adesso The Artist: tour mondiale con i No Doubt e dichiarazioni d'indipendenza per il prossimo album

Conferenza stampa a New York per Prince, adesso The Artist: tour mondiale con i No Doubt e dichiarazioni d'indipendenza per il prossimo album
Roger Nelson ha tenuto ieri un'affollatissima conferenza stampa all'hotel Millenium di New York in cui, oltre a confermare il completamento della metamorfosi del suo nome (da Prince a T.A.F.K.A.P. e ora, più semplicemente e, ...modestamente, a the Artist), ha annunciato ufficialmente i dettagli del suo tour mondiale, il "Jam of the Year Tour", che dovrebbe durare fino al 1999 e che ha debuttato ieri sera stessa a Pine Knob, nel Michigan. L'Artista, a suo agio con la stampa come non mai, cordiale e sorridente e - nonostante gli occhialoni neri e qualche etto d'oro di troppo tra bracciali, collane e orecchini - con un look più dimesso del solito, ha voluto definire il suo nuovo evento live come una "free jam environment", in cui i musicisti suoi ospiti saliranno liberamente sul palco (e, durante il loro set, verrà loro restituita la cortesia). Quella di the Artist è una carovana di talenti che sorprende decisamente e che includerà, a fasi alterne, No Doubt ("li ho sentiti alla radio, ci siamo conosciuti, sono venuti a suonare nei miei Paisley Park studio: Gwen Stefani è un'originale"), George Clinton, Lenny Kravitz, Santana e Chaka Khan e proporrà, secondo le parole del protagonista stesso, un ritorno alle origini. "Non più effetti speciali, ma solo uno show con me che che suono. E' quello che faccio". La scaletta? Dipende, visto che non sarà solo Prince a deciderla ma anche i fans: "Navigo molto su Internet, e voglio seguire i loro desideri e suggerimenti". Se la prima data è un'indicazione da tenere presente, comunque, classici come "Little Red Corvette" e "Raspberry Beret" si alterneranno ai pezzi nuovi in una miscela assolutamente casuale e destrutturata. L'argomento "case discografiche" ha tenuto banco per un po': "Non mi piace l'idea dei "dischi di platino", di qualcosa che è "il migliore"; sono a disagio con un business in cui viene imposto a priori ciò che avrà successo", ha dichiarato a questo proposito the Artist. "Il mio modello di etichetta indipendente, ora, è la Righteous Babe Records di Ani DiFranco. Sto parlando con lei, mi affascina l'idea di dare il mio album alla sua etichetta. Vedremo.". L'Artista, infine, ha dichiarato di avere acquistato un terreno a Minneapolis per costruirci una scuola, lasciando intuire che il modello educativo americano non è di suo completo gradimento: "La prima volta che ho visto dei neri sui libri di scuola, penzolavano da un albero". La conferenza stampa si è chiusa con una fragorosa risata del nostro, in risposta alla domanda di un giornalista: ""Credi agli U.F.O.?"...
Dall'archivio di Rockol - "Sign o' the times" di Prince: 5 curiosità sull'album e il tour
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.