Mazza in polemica con Sangiorgi, FIMI abbandona il Tavolo della Musica

Traballa pericolosamente il "Tavolo della Musica", punto di incontro istituzionale di tutte le maggiori associazioni di categoria che operano nel campo della discografia, della musica dal vivo e della rappresentanza artistica a tutela e promozione della musica italiana (vedi News). Enzo Mazza, presidente della FIMI, non ha gradito le recenti dichiarazioni rese alla stampa da Giordano Sangiorgi, animatore del MEI e coordinatore del suddetto Tavolo, a proposito delle ultime classifiche di vendita che collocano dieci artisti italiani nelle prime dieci posizioni: tanto che con una lettera aperta indirizzata a colleghi, operatori e giornalisti ne ha comunicato l'abbandono da parte della sua associazione con effetto dal 31 dicembre 2007.
Nel corso di un'intervista, Sangiorgi aveva attribuito il recente exploit commerciale della musica italiana all'impegno profuso dalle associazioni contro "l'invasione dei prodotti omologati stranieri" ma allo stesso tempo aveva sottolineato l'assenza dal top delle classifiche di artisti giovani e indipendenti, attribuendone la colpa a un sistema radiotelevisivo ancora succube rispetto alle proposte delle major. Dichiarazioni ingiustificabili per Mazza, che denuncia la "situazione sgradevole dove il segretario di una confederazione, o il coordinatore di un tavolo, attacca le imprese rappresentate da un’associazione che condivide gli stessi obiettivi e che fa parte della stessa alleanza" nonché "la deriva regressista del tavolo, con anche una precisa identificazione politica che si rileva controproducente per federazioni come la nostra che sono 'ab origine' apolitiche e apartitiche e che hanno la propria forza proprio nell’autonomia dalla politica e dagli schieramenti". Di qui la decisione presa da FIMI, la maggiore associazione discografica italiana per peso "politico" e commerciale, di dire addio al Tavolo della Musica. Irrevocabile?
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.