Usa, anche le radio via etere dovranno pagare artisti ed etichette?

In molti paesi, Italia compresa, le emittenti radiofoniche sono tenute a pagare una royalty ad artisti ed etichette discografiche, oltre che ad autori ed editori, ogni volta che mandano in onda una loro canzone. Non così negli Stati Uniti, dove la regola si applica alle radio che irradiano programmi via cavo, via satellite e attraverso Internet ma non alle emittenti che trasmettono via etere e che su questa esenzione hanno prosperato negli ultimi quarant’anni. La situazione potrebbe cambiare presto anche oltre Oceano, però, dopo che un gruppo misto democratico-repubblicano composto dai senatori Patrick Leahy e Orrin Hatch (gli architetti del celebre Digital Millennium Act, vedi News) e dai deputati Howard Berman e Darrell Issa ha proposto di estendere il pagamento dell’equo compenso anche a loro, sentite le testimonianze favorevoli di artisti come Lyle Lovett (nella foto) e Alice Peacock.
La bozza del nuovo “Performance rights act” prevede la possibilità per i broadcaster di versare una somma annua a un tasso percentuale fissato dal governo, invece di negoziare le licenze con tutti i detentori dei copyright: sono previsti sconti forfettari per le piccole stazioni commerciali (5 mila dollari all’anno) e per quelle non commerciali (1000 dollari all’anno), mentre verrebbero esentate dal pagamento le emittenti a carattere religioso e le “talk radio” che della musica fanno solo un uso incidentale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.