Iron Maiden, patto d'acciaio con la EMI

Iron Maiden, patto d'acciaio con la EMI
Insieme da 28 anni, la band di Steve Harris e la major inglese continuano ad andare d’amore e d’accordo tanto da aver deciso di proseguire la loro relazione professionale anche in futuro. Il nuovo contratto che hanno siglato, e che copre tutto il mondo con l’esclusione del Nord America, è anzi più stringente di quelli precedenti, secondo i nuovi dettami del music business: casa discografica e artisti comparteciperanno ai profitti derivanti da concerti, merchandising e sponsorizzazioni.
Ingaggiati dalla EMI nel 1979, gli Iron Maiden hanno venduto in carriera oltre 70 milioni. “Non ricevendo praticamente nessun appoggio da radio e tv, sono un gruppo che fa molto affidamento sul passaparola tra i fan, sui tour e sulla competenza nel marketing e nelle vendite” spiega Rod Smallwood, manager storico del gruppo. “Alla EMI”, aggiunge, “abbiamo un sacco di amici, la casa discografica ci ha sempre dato pieno appoggio e i rapporti con le sue affiliate nel mondo sono eccellenti. Con questo nuovo tipo di contratto e in una nuova fase per l’industria musicale ha perfettamente senso continuare ed allargare la nostra relazione”. “Abbiamo grossi progetti per il 2008 e oltre”, conclude Smallwood. “E personalmente non vedo l’ora di tornare on the road l’anno prossimo con un tour che celebrerà in maniera appropriata gli anni formativi della band”. L’appuntamento a cui il manager dei Maiden fa riferimento è il “Somewhere back in time world tour” che partirà il 1° febbraio da Mumbai, in India (vedi News) e che si concentrerà sul repertorio degli album anni ’80. Per gli spostamenti il gruppo e i roadies utilizzeranno un Boeing 757 pilotato personalmente dal cantante Bruce Dickinson.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.