Nuovi modelli di business: 'Artisti, seguite l'esempio degli sportivi'

Siete delle pop star dal curriculum importante ma non ne potete più delle case discografiche? Associatevi a un “brand” commerciale forte e apprezzato dai consumatori, e non ve ne pentirete.

E’ la proposta di Ric Salmon, un ex dirigente (guarda un po’) della major Warner Music International che per coltivare la sua nuova “business idea” ha fondato una società chiamata Harvest Entertainment. La formula contrattuale, da lui illustrata al settimanale inglese Music Week, è la seguente: l’artista conserva i copyright sul suo nuovo repertorio musicale ma, in cambio di una determinata (e cospicua) somma di denaro, accetta di metterlo a disposizione di un marchio extramusicale. Quest’ultimo può dunque utilizzarlo a piacimento per le sue campagne pubblicitarie su Internet, in radio e in tv, usare l’immagine della star per promuovere i propri prodotti, sponsorizzarne i tour e garantirsi una fetta sul merchandising venduto. Magari anche studiare insieme all’artista nuove forme di distribuzione della sua musica: per esempio, se si trattasse di una marca automobilistica, incorporare il suo nuovo album nel lettore cd dell’autovettura. .


Condizione necessaria e sufficiente, che l’artista sia libero da contratti con una casa discografica. “E’ una pratica comune nel mondo dello sport”, spiega Salmon, fiancheggiato nell’impresa dalla Upfront Promotions di Gary Davies, il deus ex machina che sta dietro alla distribuzione gratuita dei cd di Prince, Travis e altri con il giornale inglese Mail On Sunday (vedi News). “I marchi commerciali desiderano avere partnership esclusive con gli artisti”, aggiunge, “e per questo sono intenzionati a sborsare grosse somme di denaro”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.