NEWS   |   Pop/Rock / 31/10/2007

Kurt Cobain non è più ‘il morto con i migliori guadagni’

Kurt Cobain non è più ‘il morto con i migliori guadagni’
L’annuale classifica di “Forbes” sulle personalità decedute le quali, nonostante siano appunto morte, hanno accumulato grazie a diritti e royalties dei forti introiti, non vede più Kurt Cobain tra i primi dieci. La speciale lista, familiarmente ribattezzata “i morti che guadagnano di più”, è nuovamente capeggiata da Elvis Presley, che spedisce l’ex frontman dei Nirvana lontano dalla Top 10. Il King, attraverso i suoi eredi e gli enti che controllano la vendita dei prodotti a suo nome, ha incamerato globalmente una somma che si avvicina ai 42 milioni di euro. I due scomparsi dei Beatles si trovano al numero due e quattro. John Lennon è secondo con circa 31.800.000 euro, i quali probabilmente finiscono in buona parte in tasca a Yoko Ono, mentre George Harrison è quarto con 15.900.000 euro. In Top 5 anche altri due illustri scomparsi non musicisti: Charles Schulz, il disegnatore dei “Peanuts”, ed Albert Einstein. Relativamente sguarnita di cantanti la parte bassa della Top 10: al sesto posto c’è Andy Warhol, che ha avuto parecchio a che fare con il pop ma non è possibile definirlo tale, mentre il solo “microfonato” è Tupac Shaker, ottavo con 6.500.000 euro.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi