L’industria discografica americana annuncia la ‘Secure Digital Music Security’

Le major discografiche americane hanno annunciato il lancio della “Secure Digital Music Initiative” (SDMI), una struttura creata appositamente per lavorare insieme alla comunità tecnologica al fine di creare specifiche di sicurezza per la distribuzione digitale entro il prossimo autunno. Forza trainante dell’iniziativa è il SDMI Forum, che riassume la sua attività in tre obiettivi principali: rispondere alla domanda finale per l’accesso telematico a registrazioni di qualità, assicurare la protezione del copyright agli artisti e permettere alle aziende musicali e tecnologiche di promuovere iniziative commerciali profittevoli.
L’annuncio, diramato a mezzo agenzia, è firmato da Strauss Zelnick, presidente e CEO di BMG Entertainment; Ken Berry, presidente di EMI Recorded Music; Thomas D. Mottola, presidente e CEO di Sony Music Entertainment; Doug Morris, presidente e CEO di Universal Music Group; Bob Daly, presidente e co-amministratore delegato di Warner Bros. e Warner Music Group; Terry Semel, presidente e co-amministratore delegato di of Warner Bros. and Warner Music Group; Hilary Rosen, presidente e CEO della Recording Industry Association of America; Jason Berman, a capo della International Federation of the Phonographic Industry, anche in rappresentanza della Recording Industry Association of Japan. Il supporto all’iniziativa viene inoltre assicurato da alcuni operatori tecnologici leader, quali AOL, AT&T, IBM, Lucent, Matsushita, Microsoft, RealNetworks, Sony Corporation, Toshiba, Aris Technologies, Diamond Multimedia, Headspace, Iomega, Liquid Audio, Samsung and Texas Instruments.
Secondo una dichiarazione di Hillary Rosen, fine principale dell’iniziativa è «creare una specifica aperta e volontaria di cui si giovino tutti... che permetterà ai consumatori di accedere in modo conveniente alla loro musica preferita. E’ un’iniziativa della comunità tecnologica che cerca di promuovere un sistema di sicurezza aperto che renda compatibili prodotti in un mercato concorrenziale, non è un’imposizione dell’industria discografica che cerca di affermare un proprio standard».
Il SDMI Forum sarà aperto a qualsiasi azienda significativamente coinvolta nella tecnologia correlata alla musica digitale e i partecipanti saranno invitati a condividere il loro approccio alla questione ed a lavorare insieme nella costruzione di una piattaforma tecnologica ed alla costituzione di un documento sulla sicurezza.
Music Biz Cafe Summer: le conseguenze della pandemia su major e indie
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.