Gianni Morandi presenta 'Grazie a tutti': 'La mia storia bellissima'

Gianni Morandi presenta 'Grazie a tutti': 'La mia storia bellissima'

Verrà pubblicato il prossimo 19 ottobre "Grazie a tutti", antologia che raccoglierà il meglio di Gianni Morandi: nel triplo Cd saranno inclusi 50 brani, che attingeranno al repertorio del leggendario interprete spaziando dai classici cavalli di battaglia senza dimenticare le rarità e le novità (come il “Medley Morandi”, una versione mai pubblicata di “Se non avessi più te” arrangiata da Morricone nel ’68, un duetto con Claudio Baglioni su "Un mondo d'amore" e l'inedito “Stringimi le mani”, scritto da Pacifico): "Devo un 'grazie' a migliaia di persone: agli autori, agli arrangiatori, ai registi, ai produttori, ai giornalisti ma anche e soprattutto al pubblico", ha ammesso l'artista, "La mia è una storia bellissima, fantastica e di grande fortuna.

Una vita intensa di incontri incredibili: e mi sembra incredibile che tutto questo sia capitato a me”. Una scelta difficile, quella di selezionare poche decine di brani in un repertorio che ne include oltre 400: Morandi, tuttavia, aveva le idee chiare su che canzoni inserire: "Ce ne sono almeno una decina imprescindibili come - ad esempio - 'Cosa resterà di me' di Battiato, perché è stata straordinariamente scritta sulla mia pelle, ma anche 'C’era un ragazzo', che, all'epoca, non volevano farmi cantare perché parlava di Vietnam, di guerra e morti, e anche 'Uno su mille', importantissima per me, la canzone con cui sono rinato dopo tanti anni di oblio, di uno che tocca la polvere e poi alla fine ce la fa”. A proposito dell'inedito, Morandi commenta: "E' un'Italia sentimentale e intensa quella di 'Stringimi le mani'. Parlo di due persone in difficoltà, che si fanno forza a vicenda. C’è un po’ d’ansia e di precarietà, che è uno dei temi del nostro tempo. Gli anni del boom, della felicità assoluta e del juke-box sono ormai un ricordo”. Guardandosi indietro, non prova un po' d'amarezza, Morandi, a passare alla storia solo come interprete e non come autore? “Non mi manca essere un grande autore, anche se ho scritto anche io una quarantina di pezzi, e mi fa piacere difendere il mio ruolo di interprete", racconta Gianni: "C’è un lato positivo in questo: ho potuto cantare di tutto, il mio repertorio è ricco. C’è di tutto, ci sono brani che appartengono a mondi musicali tra loro anche molto diversi che convivono attraverso uno stesso artista. E’ un patrimonio meno monocorde, che offre più opportunità, che dà modo di spaziare maggiormente”. Per artisti della sua caratura, un "best of" suona sempre come una celebrazione, un punto d'arrivo che lascia - però - poco spazio al futuro. Ma la storica voce, classe Quarantaquattro, al futuro guarda con l'entusiasmo di un ventenne: "Questo non è un disco 'definitivo'. E’ un 'grazie a tutti' fino a qui. Mi piacerebbe trovare altre canzoni, come quella di Pacifico, fare altre cose, fare un nuovo tour…”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.