NEWS   |   Industria / 16/10/2007

EMI, ecco il 'dream team' di Guy Hands

EMI, ecco il 'dream team' di Guy Hands
L’amministratore delegato di Terra Firma aveva in mente di affidare un posto di responsabilità mondiale nella “sua” EMI all’editore di “People”, Paul Caine, il quale dopo averci pensato su seriamente ha gentilmente declinato l’offerta scegliendo di restare fedele al gruppo Time Warner. Tutto da rifare, e a questo punto diventa incerta anche la possibilità di ingaggiare gli altri due nomi inclusi nella “wishlist” di Guy Hands, Tom Poleman (dirigente di Clear Channel Communciations in scadenza di contratto e destinato, pare, al ruolo di responsabile operativo in Nord America) e il cantautore Billy Mann, in un ruolo creativo alla Rick Rubin: entrambi era contatti forniti da Caine.
Suscita sorpresa, tra gli addetti ai lavori, l’assenza dal “dream team” di Hands di Roger Ames, carismatico dirigente discografico che con la EMI intrattiene rapporti di consulenza dopo essere uscito dal gruppo Warner: un uomo considerato prezioso nella gestione del business discografico tradizionale che, volenti o nolenti, rappresenta ancora la parte preponderante del giro d’affari dell’industria musicale. A quello, sostengono i bene informati, potrebbero provvedere in sua vece il responsabile delle edizioni musicali Roger Faxon, l’ad internazionale Jean-François Cecillon oppure l’attuale boss della EMI inglese Tony Wadsworth.