Anche Paul Simonon (Clash) vuole i Sex Pistols al numero 1

All together now: anche Paul Simonon dei Clash si è unito alla grande campagna del "New Musical Express" per portare al numero uno della prossima chart britannica la ristampa di "God save the Queen" dei Sex Pistols.

Il bassista, ora in forza ai The Good, The Bad & The Queen, uno dei progetti collaterali di Damon Albarn, ha riferito che l'idea di provare a spedire l'ormai storico brano punk al gradino più alto della classifica è una buona idea. Alla canzone, ai tempi, venne rifiutato il numero uno perché le autorità temevano che l'inno punk avrebbe rovinato le celebrazioni del 1977 per il giubileo d'argento della regina. L'NME afferma che vuole rettificare il torto di trent'anni fa. Alla campagna del settimanale musicale britannico si sono già uniti gli Hard-Fi, Trent Reznor dei Nine Inch Nails, Kasabian, Slash, Cribs, Ian Brown e Dave Grohl.


(Fonte: "New Musical Express")
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.