Germania, il fondatore della tv Viva a capo dei discografici

Germania, il fondatore della tv Viva a capo dei discografici
Da imprenditore televisivo a rappresentante dei discografici tedeschi: Dieter Gorny, che con la tv musicale Viva osò sfidare per qualche tempo l’egemonia mondiale di MTV, è diventato in questi giorni presidente dell’associazione di categoria Bundesverband Musikindustrie, nata dalla fusione tra l’organizzazione locale BPW e la filiale dell’ente internazionale IFPI.
Gorny prende il posto del presidente e ceo della edel, Michael Haentjes, che ha preferito rinunciare all’incarico. Dopo aver fondato Viva nel 1993 in compartecipazione con alcune major discografiche, aveva tentato (con scarso successo) anche l’avventura italiana approdando per qualche tempo sulle frequenze di Rete A (vedi News); dopo avere ceduto l’impresa ai concorrenti di MTV e aver lavorato per loro, nel dicembre del 2006 aveva accettato di diventare vice presidente della succitata BPW.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.