Sean Kingston: ‘La Giamaica nel mio album’

Sean Kingston: ‘La Giamaica nel mio album’
Dal 14 settembre è disponibile nei negozi l’album d’esordio di Sean Kingston, al secolo Kisean Anderson.
“Ho cambiato il mio cognome sostituendolo con il nome della capitale giamaicana perché la gente capisca immediatamente quali sono le mie origini. Sono nato a Miami ma ho vissuto in Giamaica per cinque anni, ora sono tornato negli Stati Uniti ma il mio stile di vita e la mia cultura restano legati alle mie radici”, ha spiegato Sean, nipote del produttore Jack Ruby.
La passione per la musica ha portato Kingston, oggi diciassettenne, a muovere i primi passi in giovanissima età.
“Ho scritto la mia prima canzone a otto anni, la prima esibizione dal vivo risale a quando ero tredicenne”, ha dichiarato Sean, che sembra avesse le idee molto chiare già allora: “Ho sempre saputo che avrei fatto questo nella vita, so con certezza che diventerò una star. Inoltre sono convinto di aver inventato un nuovo genere musicale: nessuno prima d’ora aveva mescolato il reggae alla musica pop ed al rap”.
Il primo passo per portare la sua musica sotto i riflettori è stato quello di contattare un produttore che Sean stima da sempre, JR Rotem (già collaboratore di Dr Dre): “Mi sono fatto vivo sul suo MySpace e ho cominciato a mandargli una mail dietro l’altra. Dopo un po’ JR si è fatto vivo ed ha deciso di diventare il produttore del mio esordio discografico: sei mesi dopo avevamo in mano le quattordici canzoni che compongono l’album. Lui per me è come un fratello maggiore, è un genio”.
Il cantante si è fatto conoscere al pubblico grazie al singolo “Beautiful girls”, brano basato sul campionamento di “Stand by me”: “Volevo un singolo che facesse capire alla gente che la mia musica ha qualcosa di diverso, che io stesso sono diverso”, ha dichiarato Sean.
Cio che differenzia Kingston da altri artisti della scena hip hop è la scelta di trasmettere al pubblico un messaggio positivo veicolato da un linguaggio pulito: “Non uso le parolacce e non incito alla violenza in nessuno dei miei brani. Credo che queste cose influenzino davvero i ragazzi giovani che ascoltano quel genere di testi, quelli che parlano di sparatorie e cose del genere, perciò non ne parlerei mai”.
Il prossimo singolo che verrà estratto da “Sean Kingston” sarà “Me love”: “Anche questa è una canzone prodotta da JR e mostra la mia parte più reggae”, ha spiegato Kingston, “abbiamo già girato il video, che è stato diretto da Justin Francis ed è ambientato a Los Angeles”.
Gli artisti che hanno ispirato Kingston negli anni sono molti e provengono da diversi generi: “Ascolto Stevie Wonder, Michael Jackson e i Fugees ma il mio mito resta Jay-Z: il suo nome è una garanzia, un marchio, ed è ciò che vorrei fare del mio un giorno. Spero di poter collaborare con Jay al più presto”, ha spiegato il cantante.
Ma tra le prossime collaborazioni in programma, nonostante non figuri il "King of New York", ci sono altri nomi importanti: Gwen Stefani e Chris Brown.
“Andrò in tour con Gwen per tre settimane”, ha dichiarato Sean, “non l’ho mai incontrata prima, ma non vedo l’ora di cominciare. Forse da quest’esperienza nascerà anche una canzone, chissà. A novembre invece prenderò parte ai concerti di Chris Brown, ma l’Europa non è in programma. Magari più avanti, quando sarò meno impegnato”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.