CPM al MEET Milano: stand, dibattiti e borse di studio

E’ facile immaginarli assediati da frotte di aspiranti musicisti e di ragazzi affamati di musica, i due stand con cui Franco Mussida e il CPM parteciperanno alla prima edizione del MEET Milano in programma a Rho Fieramilano dal 21 al 24 settembre (vedi News). “Uno dedicato alle iniziative della società editoriale che porta il mio nome, l’altro alle attività del Centro Professione Musica vero e proprio”, spiega il chitarrista della PFM e fondatore del centro. “Quest’ultimo conterrà una ricostruzione di ambienti domestici pieni zeppi di strumenti, dischi, microfoni, apparecchi di riproduzione del suono: a rimarcare la quotidianità della musica, il suo essere presente in ogni momento della vita di tutti noi”. “Scenografia” a parte, la presenza del CPM al MEET sarà tuttavia soprattutto di sostanza: “Sì”, conferma Mussida, “la fiera sarà l’occasione per presentare diverse iniziative e novità. Innanzitutto il ‘Creamusica project’, riservato agli iscritti alla nostra scuola che aspirano a realizzare una produzione discografica: il progetto, che ci vede collaborare con l’etichetta Non ho l’età fondata da Mara Majonchi e Alberto Salerno (i produttori di Tiziano Ferro), prevede l’elargizione di tre borse di studio. Selezioneremo quindici proposte, che seguiremo passo per passo al CPM aiutando i candidati a sviluppare un percorso artistico completo. Alla chiusura del prossimo anno accademico, nel giugno del 2008, sceglieremo i tre vincitori, cui andranno i 1.800 euro pro capite in palio; una delle borse di studio è destinata a chi intende specializzarsi nella nuova professione di digital music producer”.
Previsti anche momenti di confronto con il pubblico: “Al MEET terremo anche due incontri/tavole rotonde”, spiega Mussida. “Il primo, intitolato ‘Le nuove frontiere dell’editoria elettronica’, servirà a illustrare l’evoluzione in corso nel settore dei ‘canzonieri’, degli spartiti e dei metodi per l’apprendimento delle tecniche strumentali, oggi che tecnologie e interattività aprono nuove prospettive; noi, con la Mussida Musica Editore, presenteremo le nostre novità nel campo delle enciclopedie didattiche, ma interverranno anche un grande editore come Carisch e realtà commerciali come La Feltrinelli e MediaWorld. Il secondo incontro, intitolato ‘Musica oltre la tecnica’, è un dibattito che condurrò insieme al giornalista Ezio Guaitamacchi e a cui abbiamo invitato a partecipare numerosi addetti ai lavori e musicisti. Vogliamo trasmettere il messaggio chiave dell’attività del Centro: e cioè che la tecnica strumentale non deve essere mai fine a se stessa, ma servire a veicolare idee, creatività, innovazione, emozioni. Non è la tecnica a difettare agli aspiranti musicisti di oggi, quel che mancano sono piuttosto le motivazioni a fare musica, la dedizione e lo spirito di sacrificio, gli incentivi alla creatività”. “Il MEET”, conclude Mussida, “sarà per noi un’altra occasione importante per far sapere chi siamo e cosa abbiamo fatto in quasi venticinque anni di attività: allestiremo, per esempio, dei grandi schermi in cui verranno riproposte le immagini delle nostre Open Week con i numerosi ospiti di prestigio che vi hanno partecipato. Questo evento è una prova importante per il settore, e io confido nella bontà dei suoi risultati. Sono convinto che la città di Milano e la sua lunga tradizione in campo fieristico possano fare la differenza rispetto alle esperienze del passato”.
Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.