Ligabue torna sul palco: 'Con uno show anomalo, ma pieno di hits'

Ligabue torna sul palco: 'Con uno show anomalo, ma pieno di hits'
Saranno altrettanti "best of" dal vivo, i quattordici concerti che Luciano Ligabue terrà tra novembre e dicembre al Palalottomatica di Roma e al DatchForum di Milano Assago (vedi News) sull'onda del primo volume di un'antologia discografica in due capitoli che esce il 1° novembre. "In scaletta ci saranno tutte le canzoni che il pubblico ama di più, le più popolari", ha spiegato l'artista emiliano presentando oggi il progetto al Rolling Stone di Milano, "Con poche variazioni da sera a sera perché per ogni canzone abbiamo pensato a una ambientazione scenica particolare. Con Claudio (Maioli, manager e per la prima volta produttore degli show) abbiamo pensato a un'idea diversa di spettacolo: faremo un uso interattivo degli schermi, per esempio. E, diversamente dal solito, allestiremo un palco 'a scomparsa', in cui i vari elementi scenici possano aggiungersi volta per volta. Saranno concerti anomali, anche se pieni di hits". Maioli aggiunge che "palco e scenografia saranno diversi a Roma e Milano, così da sfruttare le differenti caratteristiche morfologiche degli spazi: ne sfrutteremo la profondità per portare Luciano più vicino al pubblico. Il vantaggio che abbiamo, stavolta, è di poter concepire gli show in funzione dei luoghi che li ospiteranno, una prospettiva ribaltata rispetto a quella di una normale tournée". Poiché si prevedono affluenze massicce, l'organizzatore "storico" Ferdinando Salzano (Friends & Partners, che festeggia i dieci anni di collaborazione con Ligabue) spiega di aver dedicato grande attenzione alla distribuzione capillare dei biglietti: ben 1042 punti vendita sul territorio che metteranno in commercio i tagliandi da 50 e 35 euro (posti numerati e non) a partire da venerdì 14 settembre. "Ci sono due prezzi imposti, vogliamo combattere il bagarinaggio, preghiamo tutti di rivolgersi esclusivamente e soltanto alle rivendite autorizzate".
Nessun altro dettaglio è dato di sapere, al momento: allo stato delle cose, giurano gli interessati, gli show sono ancora un "work in progress" e altrettanto lo sono le due antologie rimasterizzate che, sulla scia di un best seller come "Nome e cognome" ("oltre 500 mila copie vendute, un anno di permanenza in classifica e numero uno a dodici mesi dalla data di uscita", spiega il presidente di Warner Music Massimo Giuliano), condenseranno una storia fatta di 11 dischi e 17 anni di carriera. Entrambi, aggiunge Giuliano, saranno corredati da un dvd con tutti i videoclip del periodo di riferimento (1990-95 e 1997-2005 rispettivamente) e arricchiti da due inediti, realizzati in collaborazione col primo produttore del "Liga", Fabrizio Barbacci e con Corrado Rustici, new entry nel team del rocker di Correggio. "Saranno come album di famiglia", commenta Luciano. "E che tenerezza a vedermi nei primi videoclip, con quei gilet improbabili. Alcuni erano sinceramente orribili, ma altri sono ancora molto belli: in realtà non li avevo mai visti! Abbiamo registrato diversi pezzi, non so ancora quali sceglieremo di pubblicare: per una volta ho potuto ragionare sul metro delle canzoni e non di un album. Ho inciso una mia versione di 'Ho ancora la forza', con cui Guccini ha vinto un Premio Tenco, e tengo molto a una canzone che è una sofferta dichiarazione d'amore per l'Italia. Altri pezzi parlano inevitabilmente del tempo che scorre e di cosa questo significhi per me. Nell'incidere questi nuovi pezzi, intanto, ho imparato un nuovo metodo di lavoro: di solito sono un rompiballe e voglio dire la mia su tutto, stavolta ho consegnato le canzoni chiavi in mano ai produttori lasciandogli carta bianca. Mi sono limitato a confrontarmi sugli arrangiamenti, ma a differenza del solito non sono stato presente in tutte le fasi del processo di registrazione. A San Francisco, da Rustici, ho fatto quasi il turista, Corrado ha suonato tutte le chitarre usando una sezione ritmica americana, il batterista è quello degli Smashmouth. Fabrizio è stato più tradizionale, lavorando con musicisti del mio giro. Ma in entrambi i casi ho imparato a essere un po' meno rigido del solito". E dal vivo? "Roby Pellati e Antonio 'Rigo' Righetti saranno la mia sezione ritmica, come sempre, con José Fiorilli alle tastiere. E ci saranno quattro chitarre, saremo come Tex Willer e i suoi pards: stavolta ho voluto insieme Mel Previte e Max Cottafavi, due stili e due personalità che più diverse non si potrebbe" (il terzo è lui, ma il quarto "axeman" non lo cita: sarà, immaginiamo, il fedele "Capitan Fede" Poggipollini). E perché quella formula, sette più sette? "Un gioco. Il sette ricorre sempre nella mia vita, nella mia data di nascita e in quella dell'onomastico, e in molti momenti chiave della mia carriera. Persino nelle iniziali del mio nome, che lette al contrario sono dei 7 rovesciati. Volevate che mi facessi scappare di mano l'occasione del 2007? Eppoi ho 47 anni...Per fortuna il fisico tiene e non ci penso troppo, ma non so per quanto ancora potrò andare su un palco a suonare rock. Lasciatemi abbuffare finché posso".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.