Usa, discografici e commercianti credono nel 'ringle' (singolo più suoneria)

Qualcuno aveva snobbato la notizia come una eccentrica nota a piè di pagina nella storia recente di una discografia disorientata e in crisi di idee: e invece al nuovo formato del “ringle” (ringtone+single, ovvero suoneria real tone per cellulare più cd singolo, vedi News) le major ci credono eccome.

Sony BMG, che ha inventato il curioso ibrido tra “fisico” e digitale iniziando a distribuirlo anche in Italia dal luglio scorso (in esclusiva nei negozi di Media World e Saturn, vedi News), ha appena annunciato la pubblicazione di nuovi cinquanta titoli tra ottobre e novembre; e intanto anche Universal Music, leader di mercato, ha fatto sapere di avere già tra dieci e venti prodotti pronti a essere distribuiti sul mercato. Anche l’associazione di categoria americana, Recording Industry Association of America (RIAA), ci crede e ha approvato ufficialmente il nome del neonato supporto, approntando anche un logo universale con cui promuoverlo e farlo conoscere al pubblico. Pareri positivi arrivano anche dal mondo del retail elettronico e tradizionale: grandi catene come Wal-Mart, Target e Best Buy e colossi della vendita on-line come Amazon hanno già dato il loro assenso alla vendita del supporto, anche se probabilmente non lo commercializzeranno da subito.
Il “ringle” contiene normalmente un brano guida, un “lato b” ed eventualmente un remix. Per scaricare la suoneria originale, bisogna inviare un sms al proprio operatore telefonico digitando il codice segreto nascosto nella confezione del prodotto. I prezzi al pubblico sono di poco superiori a quelli di un cd singolo tradizionale e inferiori a quelli di un realtone.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.