NEWS   |   Industria / 07/09/2007

UK, Universal chiude l'etichetta Sanctuary Records

UK, Universal chiude l'etichetta Sanctuary Records
Acquistata la Sanctuary per poco meno di 88 milioni di dollari (vedi News), Universal Music non perde tempo e mette subito in moto il suo programma di riorganizzazione del gruppo: che, in questa prima fase, prevede la chiusura tout court dell’omonima etichetta discografica inglese (nel roster nomi come Dolores O’Riordan, Idlewild, Marc Almond e Cooper Temple Clause) al fine di concentrare risorse ed energie sulla più profittevole attività di management artistico.
“Sanctuary Records UK”, spiega un comunicato diramato dalla major, “non proseguirà l’attività come etichetta ‘front-line’ a sé stante”; resterà attiva invece la divisione che si occupa della gestione dell’abbondante catalogo, e che opererà d’ora poi in stretto coordinamento con la corrispondente struttura di Universal. La chiusura di Sanctuary Records comporterà ovviamente un certo numero di licenziamenti e prepensionamenti, a livello dirigenziale e impiegatizio: il ceo Frank Presland, secondo fonti citate da Billboard, dovrebbe tuttavia restare in organico come responsabile della divisione di artist management.