Terra Firma (EMI): 'Nel music business ci vuole più disciplina'

L’amministratore delegato di Terra Firma, Guy Hands (vedi News), renderà noti il mese prossimo i dettagli del piano strategico con cui intende risanare e rilanciare la casa discografica EMI. Un mese di intense consultazioni con il vecchio management e con quello appena insediato dovrebbe servire a definire le linee guida e gli obiettivi che il quarantaseienne finanziere della City intende perseguire a vantaggio di quelli che ha chiamato i suoi “principali azionisti di riferimento: i nostri artisti e i nostri clienti”.

Nel frattempo, in sua vece ha cominciato a parlare qualche gola profonda: un anonimo collaboratore di Hands ha preannunciato al quotidiano inglese Telegraph una politica di rigore. “Il presupposto è che in questa industria è mancata la disciplina. Certo, c’è bisogno di gente che conosca Pete Doherty, ma c’è anche bisogno di disciplina. Magari si tratta di una premessa arrogante e sbagliata, ma i tre nuovi manager sono qui per verificarne la correttezza”. I manager a cui si riferisce la fonte del Telegraph sono Chris Roling (ex direttore finanziario dell’azienda chimica ICI), Ashley Unwin (un ex consulente manageriale) e Julie Williamson, fidata collaboratrice di Hands. Un trio decisamente “poco rock’n’roll”, come sintetizza bene il quotidiano inglese, che avrà il compito di tagliare ulteriori costi evitando eccessi e colpi di testa dal momento che “the party is over”: la festa, per l’industria musicale, è finita (ci fosse ancora qualcuno che non se n'è accorto).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.