Vuoi fare la stella del rock? Ufficiale, morirai prima

Vuoi fare la stella del rock? Ufficiale, morirai prima
Fare la rock star sarà bello, ma si campa di meno. Questo, condensando, il risultato di una ricerca svolta dal Centre for Public Health dell’università John Moores di Liverpool. Gli studiosi hanno esaminato la vita di un migliaio di musicisti, quasi tutti nordamericani e britannici, a partire dall’epoca di Elvis Presley per arrivare sino ad Eminem. Ed hanno scoperto che, tra i 1064 artisti, tra il 1956 ed il 2005 vi sono state 100 morti; tra i nomi più noti, Kurt Cobain, Jim Morrison, Jimi Hendrix, Marc Bolan ed Elvis. Tutto qui? No: I ricercatori hanno appurato ciò che sapevano tutti ma che nessuno aveva ancora presentato come dati statistici, e cioé che più di un quarto dei decessi è da attribuire all’abuso di droga od alcol. Nello studio, pubblicato dal Journal Of Epidemial Community Health, si scrive che le stelle del pop e del rock tendono a morire prima; nella fattispecie, il periodo a maggior rischio è quello dei primi cinque anni di notorietà.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.