Regno Unito, YouTube accetta di pagare autori e editori

Regno Unito, YouTube accetta di pagare autori e editori
I gestori dello sterminato contenitore on-line che ha rivoluzionato il modo di guardare filmati e video musicali in Rete hanno accettato di regolarizzare la loro posizione nei confronti di 50 mila autori, compositori ed editori musicali britannici, rappresentati nel loro paese dall’agenzia di collecting MCPS-PRS Alliance (case discografiche e artisti interpreti negoziano gli stessi diritti separatamente). Il contratto di licenza sottoscritto da YouTube riguarda la diffusione attraverso il sito di oltre 10 milioni di brani musicali, per ciascuno dei quali viene riconosciuto un compenso economico ad autori ed editori (tariffa "flat", la cui entità non è stata rilevata). Un accordo simile era già in vigore negli Stati Uniti, ma quello con MCPS-PRS è il primo siglato in Europa.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.