Musica digitale, anche Universal abbandona il DRM (per indebolire iTunes?)

Musica digitale, anche Universal abbandona il DRM (per indebolire iTunes?)
Doug Morris, amministratore delegato di Universal Music, sembra avere in mente una strategia precisa: usare la musica digitale non protetta come un grimaldello per scardinare l’egemonia di mercato di iTunes.
Come la EMI, la major controllata da Vivendi ha appena iniziato a rifornire la catena statunitense Wal-Mart di un catalogo di mp3 ad alta qualità (256 kbps), in vendita senza software di gestione dei diritti digitali (DRM) e a prezzi inferiori a quelli praticati dalla concorrenza, 94 centesimi per traccia e 9,22 dollari per album. Sempre Universal, che con Sony BMG è diventata fornitrice anche della californiana gBox (vedi News), ha annunciato recentemente di voler testare la vendita di mp3 non protetti attraverso altri negozi digitali come quelli di Google, Best Buy, Trans World, Rhapsody e Amazon, quando sarà finalmente in funzione: tutti meno iTunes, insomma, con cui Morris vuole negoziare mese per mese le licenze di vendita in modo da non lasciare carta bianca a Steve Jobs (vedi News). La sua manovra di accerchiamento nei confronti di Cupertino coinvolge anche gli artisti sotto contratto con le sue etichette, e brani senza DRM sono apparsi recentemente come file da scaricare a pagamento sui siti ufficiali di Common, Eve, Diana Krall e Ryan Adams: sul Website di quest’ultimo gli mp3 sono pubblicizzati garantendo “due volte la qualità di iTunes allo stesso prezzo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.