Roger Daltrey contro Gordon Brown: 'Non aiuta i musicisti'

Roger Daltrey contro Gordon Brown: 'Non aiuta i musicisti'
Il cantante degli Who si unisce al coro dei tanti artisti, discografici e operatori del settore che protestano contro la marcia indietro del governo britannico sul tema dell’estensione della durata dei copyright sulla musica registrata, che una commissione parlamentare aveva suggerito di portare da 50 a 70 anni come avviene negli Stati Uniti. Il ministero inglese della Cultura ha ritenuto alla fine di non intervenire sulla materia accettando le conclusioni del precedente “rapporto Gowers” (vedi News) e provocando le ire della comunità musicale britannica. “Migliaia di musicisti non hanno una pensione e fanno affidamento sulle royalty per garantirsi da vivere” ha detto Daltrey, 63 anni, attaccando direttamente il nuovo primo ministro Gordon Brown. “Non si tratta di chiedere un’elemosina, ma un giusto riconoscimento per gli sforzi fatti”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.