Pras (Fugees) pessimista: ‘La nostra reunion? Un progetto già morto’

I Fugees sono tornati insieme, ma prima di riuscire a concludere il nuovo disco sembrano essersi sciolti nuovamente.
A riferire lo stato dei fatti è Pras, uno dei tre membri del gruppo. “Siamo stati in studio e abbiamo registrato un paio di canzoni davvero incredibili”, ha dichiarato Pras, “ma, detto francamente, il progetto è morto”.
Il problema sembra essere il comportamento disinteressato di Lauryn Hill.
“Io e Wyclef”, ha continuato il membro del gruppo, “siamo sulla stessa onda, ma Lauryn è per i fatti suoi, e io sono stufo di questa situazione. E’ nata con un grande dono e con l’opportunità di poterlo sfruttare e invece manda tutto al diavolo. Sono un fan di Lauryn, ma non posso accettarlo”.
Qualcuno pensa che questa dichiarazione possa essere un modo per far tornare la Hill a ragionare anche se per ora, appunto, “il progetto è morto”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.