Dati IFPI 2006: il digitale non cresce abbastanza

Dati IFPI 2006: il digitale non cresce abbastanza
La promessa della musica legale su Internet e reti mobili stenta a realizzarsi. E’ormai opinione diffusa, ora suffragata dagli ultimi dati diffusi dalla federazione internazionale dell’industria discografica IFPI: download a pagamento e suonerie master tones rappresentavano a fine 2006 l’11 % della musica venduta nel mondo ma il loro tasso di crescita, per quanto sostenuto (+ 85 %), non basta a compensare le perdite continue che le case discografiche subiscono nel settore tradizionale del mercato rappresentato dai cd. Se infatti il digitale sviluppa un volume d’affari complessivo da 2,1 miliardi di dollari, la domanda calante di supporti “fisici”, che l’anno scorso è scesa di un altro 11 %, ha fatto perdere all’industria una somma di denaro superiore, facendone regredire gli introiti a 19,6 miliardi di dollari (1,1 miliardi in meno che nel 2005, - 5 %).
John Kennedy, presidente della stessa IFPI, ammette che le cose non sono andate secondo le previsioni, ma mostra ancora ottimismo sulle potenzialità di un mercato digitale che è diventato “multiprodotto e multicanale”: le previsioni del suo staff proiettano il giro d’affari 2007 oltre i 3 miliardi di dollari, il 50 % in più dell’anno scorso.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.