File sharing, Qtrax (con tutte le major) in rete ad ottobre

Un catalogo enorme da far invidia ad iTunes, tra i venti e i trenta milioni di canzoni regolarmente autorizzate per il file sharing da tutte le case discografiche, major comprese. Secondo quanto scrive il New York Post, la piattaforma peer-to-peer legale Qtrax (vedi News) si prepara a un debutto in grande stile nel mese di ottobre: il servizio, secondo un modello di business che sembra riscuotere sempre maggiori consensi, si finanzierà attraverso la pubblicità, spartendone gli introiti con i detentori dei diritti, artisti, autori, editori ed etichette. Nel repertorio scambiabile legalmente on-line non mancheranno rare registrazioni dal vivo e brani autoprodotti dai singoli utenti.

Per finanziare ulteriormente l'impresa, il proprietario Brilliant Technologies fonderà Qtrax con una società "guscio di conchiglia" chiamata Flooring Zone, collocandone parte del capitale in Borsa: gli azionisti correnti di BT ne deterranno l'80 %, mentre il 20 % verrà offerto sul mercato finanziario.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.