Usa, pop star e discografici vogliono soldi dalle radio via etere

Usa, pop star e discografici vogliono soldi dalle radio via etere
A differenza di quanto accade in Italia, negli Stati Uniti le emittenti radiofoniche tradizionali non sono tenute a pagare alcuna royalty o diritto di “broadcasting” agli interpreti di canzoni diffuse via etere in FM o AM (e neppure alle case discografiche, ma soltanto ad autori ed editori dei brani stessi). Le cose potrebbero cambiare, se una lobby composta da numerosi artisti e organizzazioni di categoria (in primo luogo l’associazione dei discografici, RIAA) riuscirà nell’intento di ottenere un compenso per tutti, etichette così come aspiranti artisti, coristi e pop star famose. Queste ultime si stanno mobilitando in massa per la causa: tra i promotori della coalizione, battezzata musicFIRST, figurano Christina Aguilera, Mariah Carey, Celine Dion, i membri sopravvissuti dei Doors, Don Henley, Wyclef Jean, John Legend e Jennifer Lopez.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.