Festivalbar, novità anti crisi : 'Puntiamo al 10,5 % di share'

Festivalbar, novità anti crisi : 'Puntiamo al 10,5 % di share'
Per il Festivalbar il 2006 è stato un anno balordo, complici i Mondiali di calcio e una discografia che sforna sempre meno successi (anche se Andrea Salvetti si difende: "Una recente ricerca ha dimostrato che soprattutto rispetto al nostro target di riferimento, 14-34 anni, siamo il programma che ha patito di meno la concorrenza delle partite"). Così il promoter veronese, insieme con il direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi, è corso ai ripari e ha studiato le contromosse: meno serate (anche perché nel frattempo è sfumata l'occasione di portare la manifestazione a Roma: vedi News), niente partecipazioni ripetute, programma tv ridotto da 140 a 105 minuti, cast più orientato sugli italiani (le star internazionali, che costano sempre di più e sono sempre più difficili da catturare, non mancheranno comunque: Macy Gray e Dolores O'Riordan il 15 giugno nella data di apertura a Milano, Avril Lavigne appena confermata a Catania il 29) e sui giovani talenti (anche attraverso speciali e programi "ponte" collocati nel palinsesto di seconda serata e ancora in via di definizione), più interazione con il pubblico (coinvolto anche nelle votazioni che determineranno il vincitore della manifestazione, con pari peso percentuale rispetto ai due fattori tradizionali, classifiche di vendita e airplay radiofonico), apertura, infine, verso i nuovi media (Yahoo! Musica, MySpace, YouTube, Second Life) accanto al partner radiofonico storico, RTL 102.5. L'obiettivo dichiarato è di recuperare una percentuale di share vicina alla media di rete: 10,5 %, dice Tiraboschi, "nonostante il fatto che l'estate televisiva oggi non sia più il deserto di una volta e che la controprogrammazione non mancherà". Qualcuno gli chiede se non sia controproducente, la vicinanza in palinsesto tra la data del Festivalbar a Milano (19 giugno) e i Wind Music Awards di Roma (cinque giorni prima, vedi News): "E perché?", risponde. "Sono due eventi completamente diversi, non vedo nessun conflitto e anche le strutture produttive sono in parte coincidenti".
Con i nuovi conduttori Enrico Silvestrin, Giulio Golia ed Elisabetta Canalis, promette Salvetti, cambierà anche lo stile di conduzione, "più tranquillo, colloquiale e in un certo senso anche più adulto" rispetto all'edizione urlata dell'anno scorso (aggiunge che verranno affrontati persino temi di interesse sociale, dal surriscaldamento del clima al disagio giovanile). Peccato per Roma, però... "Non fatemi entrare in polemica", chiosa il patron. "Vi dico solo che una volta raggiunto un accordo per il Circo Massimo una parte dell'amministrazione cittadina s'è tirata indietro proponendo in alternativa sedi che non ho ritenuto interessanti. Beghe tra assessori...A quel punto ho preferito lasciar perdere e mettermi a lavorare con persone serie..". Di fianco a lui l'assessore milanese Giovanni Terzi, che spera di portare in Piazza del Duomo una folla oceanica (80, 90 mila persone?), ride sotto i baffi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.