Musica digitale, anche LimeWire lancia un servizio 'legale'?

Musica digitale, anche LimeWire lancia un servizio 'legale'?
Tuttora osteggiato dalle major per presunto concorso in violazione di copyright (vedi News), il celebre servizio p2p (il cui programma di file sharing gratuito è installato in oltre il 18 % dei computer in uso nel mondo, secondo uno studio del Digital Music News Research Group) sarebbe prossimo al lancio di una piattaforma di distribuzione perfettamente legale. A tale scopo, riporta la rivista on-line Wired, il ceo Mark Gorton starebbe negoziando la concessione di licenze di vendita con una serie di etichette indipendenti e di distributori/aggregatori come The Orchard. Resta da vedere come, passando dall’offerta gratuita a quella a pagamento, la società americana riuscirà a garantirsi la fedeltà dei vecchi utenti, evitando i gravi contraccolpi subiti nel passaggio non solo da Napster ma anche da altri servizi come iMesh (vedi News). Qualche osservatore si dimostra scettico: “Oggi LimeWire è come un razzo, domani diventerà un treno”, ha commentato una fonte anonima ripresa da Wired.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.