NEWS   |   Italia / 13/04/2007

'Pianissimo fortissimo', arrivano i Perturbazione

'Pianissimo fortissimo', arrivano i Perturbazione
Quando li abbiamo incontrato un mese fa, i Perturbazione erano totalmente assorbiti dal caos della scelta della copertina e dell'inizio delle prove per il nuovo tour. Oggi, venerdì 12 aprile, arriva nei negozi il loro terzo album in oltre vent'anni di carriera passati nell'underground italiano, il primo per una major, la Emi.
"Pianissimo fortissimo", questo il titolo del disco, raccoglie dieci canzoni scritte dalla band piemontese e registrate con la co-produzione di Maurice Andiloro (Breakfast) e la partecipazione di Davide Rossi e Manuel Agnelli (Afterhours).
"Abbiamo scelto questo titolo per cercare di ritrovare un patto con il tempo, ricucendo il nostro mondo interno lentissimo a quello esterno, estremamente frenetico", spiegano Tommaso (voce) e Gigi (chitarre). "Inoltre non ci dispiace pensare anche alla teoria del caos, del battito d'ali che scatena un tornando, sperando che anche una canzone o un suono possano scatenare delle scosse in chi le ascolta"
"Pianissimo fortissimo" arriva a tre anni di distanza dal precedente "Canzoni allo specchio" (Mescal). "Iniziamente eravamo affetti dal più classico panico del foglio bianco, e per non esserne completamente vittime abbiamo deciso di tenerci impegnati per tutto l'arco del 2006 suonando, facendo video e partecipando a diverse iniziative. In questo periodo abbiamo iniziato a scrivere alcune cose buttandone via quasi il novanta per cento. Siamo diventati molto più selettivi rispetto al passato, raggiungendo anche delle punte molto alte di conflitto tra di noi. Ad un certo punto era diventato veramente difficile proporre delle cose nuove perché sentivamo il peso del desiderio di scrivere un disco che fosse, un po' 'Il disco della vita' per chi ci segue da tempo, e un album da ascoltare dall'inizio alla fine per chi ci avrebbe scoperto", raccontano i due. "Per questo avevamo alzato fin troppo le dighe di autocensura dei nostri pezzi. Finché, miracolosamente, ci siamo accorti che avevamo delle buone canzoni e che il disco funzionava. Così, proprio negli ultimi trenta giorni, ci siamo ritrovati per fare un vero e proprio lavoro da sceneggiatori, tagliando tutto quello che non andava. E' un album che ho odiato tantissimo, ma a cui ora sono molto affezionato", spiega Tommaso.
Per i Perturbazione questo album rappresenta il primo passo nella produzione major: "Quando parte del catalogo Mescal è passato alla Emi noi avevamo la possibilità di scegliere se firmare o meno con loro. Ma, oltre al fatto che rifiutare sarebbe stato interpretato come uno screzio a Valerio Soave, per noi, in quel momento, l'idea di passare ad una major è stata molto stimolante. All'improvviso ci si parava di fronte uno scenario completamente differente in cui rimettersi in gioco un'altra volta. Ci rimaneva la paura di dover lavorare con persone che non conoscessero noi e la nostra storia, ma abbiamo scoperto che questo è un percorso che si costruisce insieme".
In "Pianissimo fortissimo" è inserita anche "Battiti per minuto", brano che era stato presentato alle selezioni del Festival di Sanremo. "Già ai tempi di 'In circolo' avevamo proposto a Santeria di presentarci al Festival, anche se inizialmente ci avevano presi per matti", racconta Gigi. "Questa volta Baudo aveva selezionato proprio il nostro brano tra quelli proposti dalla casa discografica, ma poi non è passato al giudizio della giuria. Non sappiamo se è un bene o un male, ma non ci sarebbe dispiaciuto andarci".
Il prossimo impegno per la band di Rivoli è il tour che parte il prossimo 14 aprile dall'Aquaragia di Mirandola (Modena). "Ci sarà una nuova ragazza che sostituirà Elena (neomamma) fino all'autunno, per cui siamo impegnati a consolidare e a riarrangiare i pezzi nuovi. Vogliamo ritornare con un live bello e il più divertente possibile", ma le idee per il futuro non finiscono qua. "C'è un progetto che ci portiamo avanti da tempo e che vorremmo realizzare in autunno. Si tratta di una tournée che vorremmo chiamare 'Songbook' dove raccoglieremo tutte le cover che abbiamo fatto in diciannove anni di concerti, magari scrivendo sui manifesti la scaletta del giorno e raccontando, anche in modo teatrale, la nostra storia. Partendo così dai Rage Against The Machine ai brani che facciamo oggi. Una sorta di viaggio dall'adolescenza al...decadimento (ridono)".
Di seguito le prime date del tour dei Perturbazione:

14 aprile, Mirandola (MO)- Aquaragia
20 aprile, Sestri Levante(GE) - Piscina dei Castelli
21 aprile, Firenze - Auditorium Flog
28 aprile, Roma - Circolo degli Artisti
04 aprile, Torino - Hiroshima Mon Amour
05 aprile, Bologna - Estragon
11 aprile, Milano - Transilvania
12 aprile, Perugia - RockVillage
18 aprile, Roncade (TV) - New Age Club
Scheda artista Tour&Concerti
Testi