Dopo 40 anni il primo batterista dei Beatles chiede di vedere McCartney

Dopo 40 anni il primo batterista dei Beatles chiede di vedere McCartney

Pete Best è stato descritto in vari modi, ma -forse esagerando un po'- il migliore rimane "il musicista più sfortunato del mondo".

Best venne infatti cacciato dai Beatles poco prima che esplodessero nelle classifiche di tutto il mondo, privandolo della celebrità e di guadagni favolosi. Le teorie sul suo licenziamento abbondano. C'è chi dice che il suo stile ai tamburi non fosse adatto ai futuri Fab Four e c'è chi afferma che semplicemente non aveva la pettinatura giusta. Vi è poi chi afferma che fosse inaffidabile, e chi dice che fu cacciato perché aveva respinto le avance del manager Brian Epstein. Best, in ogni caso, perse la gallina dalle uova d'oro. Finì per andare a lavorare in un'azienda specializzata nella produzione di pane, per la quale doveva caricare i camion di sfilatini e pagnotte. Mentre i Beatles diventavano delle superstar, lui divenne vittima della depressione e tentò anche il suicidio. Best poi riprese a suonare, e la depressione gli passò quando iniziò a ricevere degli assegni per "Anthology 1"; pare che il suo lavoro sulla nota compilation gli abbia fatto mettere in tasca 1 milione di sterline, quasi un milione e mezzo di euro. Ora Pete, 65 anni, non prova più rancore per ciò che è stato ed ha fatto intendere che, visto che sono trascorsi più di quarant'anni, gli piacerebbe poter riprendere a chiacchierare con Paul McCartney. "Certa gente pensa che io sia amareggiato, ma non è così. Il tempo passa, e noi non è che diventiamo più giovani", ha affermato il batterista, intervistato da un quotidiano britannico. "Quello che abbiamo fatto lo sappiamo, se con Paul ci facessimo una chiacchierata, non credo proprio che il nostro rapporto peggiorerebbe. Che Dio ci benedica, sono tutte cose di 40 e passa anni fa".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.