Depenalizzare il file sharing? Rutelli dice no

Respinte le richieste di Altroconsumo, che al governo italiano aveva presentato nei giorni scorsi una petizione per la depenalizzazione dei reati connessi allo scambio di file musicali e video attraverso le reti peer-to-peer (vedi News). “La distorta pratica del file sharing, intesa come modalità per appropriarsi abusivamente di un'opera d'ingegno in violazione del diritto d'autore, deve essere sanzionata”, ha risposto il ministro per i beni e le attività culturali Francesco Rutelli. “Ed il fatto che assuma il carattere di illecito penale nei casi in cui si accompagni al 'fine di lucro' (che la Cassazione, con la nota sentenza 149/07, ha riconosciuto non corrispondere al solo risparmio della spesa di acquisto del cd) non deve scandalizzare”. “La libertà del cittadino-consumatore è un bene incomprimibile", ha aggiunto Rutelli, “ma ciò non toglie che accanto ai diritti dei consumatori, altri interessi richiedano una adeguata tutela. Tali sono da considerarsi gli interessi degli autori e degli editori, per i quali il diritto d'autore costituisce la giusta remunerazione del proprio lavoro, l'opera di ingegno. Non si può parlare dunque di libertà, ove da essa si intenda far scaturire un sacrificio del diritto alla retribuzione, altrettanto meritevole in base alla nostra Costituzione".
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.