Tour negli USA per Patrizio Buanne. Ma in Italia chi lo conosce?

Non si può certo dire che Patrizio Buanne in Italia sia particolarmente conosciuto. Anzi, finora ha fatto notizia per una sola cosa: quando registrò in italiano, col pieno assenso dell'ex Take That, "Angels" di Robbie Williams. Ora, forte del suo nuovo album "Forever begins tonight", suo secondo CD, Patrizio Buanne ha rilasciato una lunga intervista al "Sun", il più venduto dei tabloid britannici, e si appresta ad un tour USA lungo ben un mese. Così, mentre in Italia il cantante, nato a Napoli e cresciuto a Vienna, continua ad essere quasi sconosciuto, negli Stati Uniti il ragazzo si permette una serie di date da grande celebrità. E' certamente vero che il suo repertorio, del quale fanno parte "classici" della canzone italiana, si adatta particolarmente bene agli italoamericani degli USA -nonché agli amanti dei brani romantici-, ma non si comprende come mai Buanne in Italia sia praticamente un alieno.
Al "Sun" il cantante ha detto ciò che il "Sun" voleva sentirsi dire: quella volta che, tornato in hotel, trovò una fan nel suo letto; che gli fa piacere che ai suoi concerti le donne gli mostrino le tette, ma preferirebbe essere apprezzato per meriti musicali; che alcune sue fan gli scrivono lettere spirituali in cui gli dicono che lui è il nuovo Gesù; di quella volta che cantò davanti a Giovanni Paolo II; che gli piacerebbe fare un duetto con Gwen Stefani o Tom Jones o Celine Dion; che "Forever begins tonight" è già disco d'oro in alcuni Paesi asiatici; che ammira molto Frank Sinatra e Tony Bennett.
Per quanto riguarda il fronte musicale, Patrizio, come detto, si appresta ad una mesata a stelle e strisce. Inizio il prossimo 4 aprile dal Wiltshire Theatre di Beverly Hills, poi, dopo aver toccato -tra le altre città- Chicago, Boston e New York, conclusione di tour il 3 maggio a Clearwater, Florida.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.