Alan McGee, lo scopritore degli Oasis: ecco chi potrà sfondare in America

Alan McGee, l'uomo che secondo la leggenda del rock scoprì gli Oasis, ha affermato d'aver individuato un gruppo il quale, secondo lui, ha buone possibilità di sfondare negli USA. Si tratta di un gruppo scozzese. View? Fratellis? Inutile sforzarsi: la band non è conosciuta. Si tratta degli Hedrons. McGee, a capo dell'etichetta Poptones ed anche manager dei Dirty Pretty Things, Mogwai e Charlatans, è sempre tra gli uomini maggiormente rispettati dell'industria musicale nonché dotato di eccellente fiuto. "Mi piacciono veramente molto gli Hedrons, credo che siano un eccellente gruppo. E' molto probabile che per loro le cose possano funzionare qui in America", ha riferito McGee ad Austin, Texas, ad un meeting discografico. Il boss della Poptones ha anche riferito che gli Hedrons hanno suscitato molto interesse in Seymour Stein, l'uomo che si occupò delle fasi iniziali della carriera di Madonna.
Lo scorso 5 febbraio è stato pubblicato "One more won't kill us", l'album di debutto degli Hedrons. La band indie-rock parteciperà all'edizione 2007 del festival dell'Isola di Wight. Su http://www.myspace.com/thehedrons si possono ascoltare quattro brani della formazione di Glasgow.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.