CD Wow, in Inghilterra arriva la condanna per import illegale

Il noto "negozio" on-line di vendite per corrispondenza, frequentato anche da consumatori italiani, è stato ritenuto colpevole di importazione parallela illegale e di oltraggio alla Corte: accogliendo le richieste dell’associazione dei discografici inglesi BPI-British Phonographic Industry (vedi News), un tribunale locale lo ha condannato al pagamento di 150 mila sterline, oltre 221 mila euro, a titolo di contributo alle spese processuali della controparte, in attesa che venga definita con un’altra sentenza (annunciata per i primi luglio) l’entità del risarcimento danni e degli altri oneri inerenti alla causa.
I legali di CD Wow avevano provato a sostenere la tesi secondo cui il continuo approvvigionamento di cd a basso costo dall’Estremo Oriente venduti a clienti inglesi e irlandesi era il frutto di un errore umano, ma i giudici inglesi l’hanno respinta come manifestamente infondata. “La corte”, hanno spiegato i portavoce del tribunale, “ha mandato un chiaro messaggio a CD Wow: smetti di violare i copyright e paga per i tuoi illeciti passati o preparati ad affrontare le conseguenze del tuo operato”.
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.