IFPI contro Yahoo! Cina, la guerra continua

Chiusa la vertenza con Baidu.com (scagionata dall’autorità giudiziaria e subito dopo diventata partner commerciale della EMI, vedi News), il sito locale di Yahoo! resta il bersaglio principale delle major discografiche multinazionali impegnate nella lotta alla pirateria e allo “scippo” dei copyright in Cina: la denuncia dell’IFPI e delle major, che risale all’estate scorsa (vedi News) e che si fonda su un presunto concorso di colpa della piattaforma, accusata di fornire link a siti che distribuiscono musica illegale, è stata accolta da un tribunale di Pechino. L’industria discografica chiede alla Web company un risarcimento danni del valore di oltre 710 mila dollari, ma i gestori di Yahoo! China continuano a negare ogni addebito. “Noi”, ha replicato con una mail un portavoce della società, “rispettiamo i diritti di proprietà intellettuale e appoggiamo la lotta alla pirateria musicale”. “Tuttavia”, ha aggiunto, “i tribunali hanno chiaramente stabilito un precedente affermando che i gestori dei motori di ricerca non possono essere ritenuti responsabili dei contenuti postati sui siti di terze parti”.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.