Comunicato Stampa: Devastations dal vivo alla Casa 139

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Dopo il grandissimo successo di critica del primo album, il trio di Berlino torna con un nuovo entusiasmante disco “Coal” (per Beggars/Self) che dimostra come e quanto si possa crescere e maturare in soli due anni.
Dal Vivo: DEVASTATIONS
Giov. 1 MARZO 2007
Milano – La Casa 139
(via Ripamonti 139) - Dalle 22.00 – ingr. 10 euro

Un lavoro intenso pieno di vibrazioni positive in un contesto cupo che ricorda Tindersticks e Nick Cave. Dieci composizioni intense e sanguinanti che spaziano da ballate più dark-soulfulpop ad atmosfere crude e tetre.

Negli ultimi due anni i Devastations , oltre a riscuotere l'ammirazione di personaggi storici come Roland S. Howard e Nick Cave (insieme nella prima formazione dei Birthday Party) e Alexander Hecke degli Eisturzende Neubauten, hanno aperto i concerti di Cat Power, Black Heart Procession, Dirty Three e Tindersticks, tutti artisti stilisticamente vicini alle sonorità offerte dai Devastations.
ll recente e secondo album, 'Coal' (Beggars Banquet) ha riscosso ottimi riscontri di critica in Europa e non solo. Il loro primo ed omnimo album fu insignito della palma di disco dell'anno da Rolling Stone Germania, oltre a ricevere ovazioni da parte di tutti gli addetti ai lavori. Il primo concerto europeo della band, nel 2003, fu in occasione della rassegna musicale tedesca Bada Bing di cui Alexander Hecke degli Einsturzende Neubauten era curatore, nella prestigiosa venue berlinese The Big Eden.
La dimensione live dei Devastations è toccante: quei dettagli che su disco sono impliciti e appena accennati diventano il fulcro di un'esperienza fisica, reale e avulsa da ogni blando stereotipo.
In seguito all'uscita del loro primo disco i Devastations si sono tenuti impegnati con svariati side-projects, tra questi la realizzazione della colonna sonora del lungometraggio tedesco "Sehn Sucht" in collaborazione con lo stesso Hecke dei Neubauten, e l'esperienza come backing-band di Roland S. Howard per un 7" dal titolo "Autoluminescent/Ocean".
Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.