'Filtro' antipirateria sui video in rete: presto anche su YouTube

Come MySpace (vedi News), anche YouTube metterà presto a disposizione delle case discografiche un software che consente di bloccare automaticamente (previa confronto con le informazioni archiviate nel database audio) la circolazione in rete di video e filmati pirata non autorizzati dai legittimi titolari. A fornire il programma di “filtro digitale” sarà la stessa ditta, Audible Magic, che già collabora con la stessa MySpace ma anche con iMesh, PlayLouder e Grouper, sito di video-sharing legale appartenente alla Sony. Seguendone l’esempio Google (che oggi è proprietario di YouTube, vedi News) viene incontro alle pressanti richieste avanzate dai titolari di copyright, alcuni dei quali (Mtv, NBC Universal e la News Corp. di Rupert Murdoch, titolare proprio di MySpace) l’hanno costretta recentemente a rimuovere dal sito numerosi filmati “postati” dagli utenti in violazione delle leggi che regolano il diritto d’autore.
L’implementazione del sistema, scrive tuttavia il Mercury News di San José (California) che per primo ha anticipato la notizia, potrebbe richiedere diversi mesi di lavoro a YouTube dal momento che il database delle musiche contenute nei film e nei programmi televisivi con cui confrontare le “impronte digitali” dei file è decisamente incompleto. Il quotidiano californiano si chiede anche se in questo modo il fortunatissimo contenitore di video-sharing non sia destinato a perdere popolarità nei confronti di altri siti che, come il francese Dailymotion e il danese Peekvids.com, non solo non si preoccupano di ottenere licenze e autorizzazioni ma permettono anche la diffusione di interi film e show televisivi (su MySpace invece si possono caricare video della durata massima di 10 minuti).
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.