Publishing sì, discografia no: EMI al bivio?

Stavolta è il settimanale britannico The Observer a rilanciare le indiscrezioni relative a una probabile scissione delle attività del gruppo EMI con l’obiettivo di vendere al migliore offerente (qualcuno c’è, come dimostrano gli abboccamenti dei mesi scorsi) l’omonima e sofferente casa discografica: un’ipotesi tutt’altro che nuova (vedi News), ora però ulteriormente rafforzata dal secondo “profit warning” che gli amministratori della società sono stati costretti ad emettere in poco più di un mese (vedi News), provocando un ribasso ai minimi storici del titolo in Borsa.
Se il piano dovesse avere seguito, la EMI conserverebbe in futuro la sola proprietà della sua società di edizioni musicali, che amministra un catalogo di oltre un milione di canzoni (da evergreen come “Over the rainbow”, “Singin’ in the rain” e "New York, New York" a recenti successi di Norah Jones, James Blunt e Arctic Monkeys) e che continua a produrre profitto incassando denaro dai diritti di pubblica esecuzione e dalle licenze d’uso del suo repertorio nel cinema, in televisione e negli spot pubblicitari. Proprio mettendo a garanzia i profitti futuri della sua divisione publishing, il ceo Eric Nicoli starebbe cercando di rastrellare sul mercato (lo scrivono il Financial Times e altre fonti) un altro prestito da un milione di sterline (1,48 milioni di euro) con cui dare un po’ di ossigeno alla società.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.