Comunicato Stampa: VideoCoop, nuove iniziative per Videomaker indipendenti

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

VIDEOCOOP PROSEGUE CON LE INIZIATIVE PER I VIDEOMAKER:

TUTELARE E VALORIZZARE CHI OPERA NEL SETTORE IL PRIMO OBIETTIVO.

Dopo l'incontro di mercoledì 31 gennaio a Bologna, presso la sede della Swan Film Europe, in cui si sono riuniti i videomaker e i produttori interessati al progetto "VideoCoop", l'associazione per i Videomaker indipendenti, le attività e le iniziative non finiscono. Durante l'incontro ci sono state diverse testimonianze sulle difficoltà produttive e la necessità di tutela e appoggio per chi opera nel settore della video produzione a tutti i livelli. In particolare il produttore e regista Swan afferma che il progetto è interessante perchè per un videomaker il modello associativo è molto più vantaggioso rispetto al rischioso e poco incentivato modello della produzione classica. "VideoCoop", che nasce dagli organizzatori del Mei, e che si è costituita ufficialmente venerdì 19 gennaio in occasione del Future Film Festival di Bologna, è patrocinata da AudioCoop, l'associazione delle nuove indies italiane, che ha già raggiunto ottimi risultati associando molti artisti ed etichette musicali e diventando portavoce dell'area indie nel mondo istituzionale (sgravi fiscali per le indies, convenzione con SIAE per sconto festival, sgravi per giovani autori, SIAE ed ENPALS gratuite fino a 18 anni) e nasce sull'onda del crescente successo del Premio Italiano Videoclip Indipendente che si svolge ogni anno al MEI, che con i suoi oltre 250 clip partecipanti e le sue importanti partnership, è certamente diventato il festival più importante nel settore del videoclip. L'associazione "VideoCoop" nasce come progetto per la creazione di un circuito alternativo, libero ed indipendente in cui veicolare materiale audiovisivo di eterogenea provenienza e fattura: dai videoclip musicali, doc, cortometraggi, video d'arte, contaminazioni ed intersezioni tra forme espressive ad artistiche, e con l'intento di tutelare i videomaker e le case di produzione e dare maggiore visibilità attraverso un circuito distributivo multimediale grazie ai numerosi partner (internet, canali tv, festival, eventi, serate), e un vero e proprio portale che offra servizi per gli associati di diverso tipo: dalla pagina web su cui "caricare" i propri video, alla newsletter con tutte le novità, concorsi, festival del settore, ecc. Ma la cosa pià importante, l'anima dell'associazione, sono gli incontri con tutti i soci e interessati che permette di elaborare nuove strategie di collaborazione e di unire le energie per "proteggere" una categoria molto spesso dimenticata o sottovalutata. In agenda un incontro con gli storici autori del videoclip italiano per capire se e come sono cambiate le cose e una serie di serate intineranti con proiezioni.
Il progetto curato da Christian Battiferro, già responsabile organizzativo del premio PIVI (Premio Italiano Videoclip Indipendente) del Mei, ha trovato l'adesione di diversi filmaker indipendenti, case di produzione, festival, siti e TV, con i quali si sta già pensando a future collaborazioni in previsione del prossimo Mei, che si svolgerà il 24 e 25 novembre 2007 a Faenza, nel quale non mancherà una sezione dedicata a VideoCoop.

VideoCoop
Sede legale: Faenza
Sede oprativa: Bologna
Contatti:
Christian Battiferro
christian@audiocoop.it
videocoop@gmail.com
Tel. 0546 263047
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.