Londra, il 18 febbraio ci saranno 2000 chitarristi tutti insieme

Londra, il 18 febbraio ci saranno 2000 chitarristi tutti insieme
Harrods, il grande magazzino di lusso di Londra, manda all’aria la sua immagine conservatrice e un po’ ingessata. Il monumentale edificio della zona di Knightsbridge, di proprietà di Mohamed al-Fayed, padre di Dodi, l’uomo morto con la principessa Diana a Parigi, il prossimo 18 febbraio tenterà di battere un record. Harrods sta tentando di mettere assieme duemila chitarristi, compito dei quali sarà di suonare, alle 8 di mattina appunto del 18, “Smoke on the water” dei Deep Purple. Il record per l’esecuzione collettiva di “Smoke on the water” è detenuto, dal 1994, dalla città di Vancouver, dove si aggregarono 1322 chitarristi. L’iniziativa fa parte della stagione “Harrods rock”, che si concluderà il prossimo 3 marzo.
Harrods prende nome dal mercante Charles Henry Harrod, che nel 1835 mise su bottega prima a Stepney e poi, nel 1849, in Brompton Road, la strada dove ora è alloggiato l’ enorme palazzo. Harrods è stato acquistato da al-Fayed nel 1985 per la quasi incredibile cifra di 615 milioni di sterline, equivalenti a 904 milioni di euro.
Dall'archivio di Rockol - Il capostipite degli album dal vivo: "Made in Japan" dei Deep Purple
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
5 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.