Smokey Robinson , la leggenda del soul, dice che ‘Dreamgirls’ è falso

Il film “Dreamgirls”, in cui recita Beyoncé e che trae ispirazione dalla storia delle Supremes, non piace a Smokey Robinson. La leggenda dell’R&B e del soul (19 febbraio 1940) ha affermato che la pellicola contiene gravi inesattezze, informazioni false ed aspetti negativi non corrispondenti alla realtà. Robinson era amico di Barry Gordy, il quale nel 1959 fondò la Tamla Records, poi assobita dalla Motown; Gordy assunse le Supremes nel gennaio 1961, e dunque Robinson dovrebbe ben conoscere la storia. Il cantante ha riferito che Gordy, il quale in “Dreamgirls” è interpretato da Jamie Foxx, non commise mai le azioni illegali descritte nel film. Robinson, oltre a parlare di falsità ed inesattezze, ha anche detto: “In qualità di membro della famiglia Motown, questo è un insulto. Dovrebbero scusarsi pubblicamente con Gordy, e dovrebbero farlo subito”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.